“In economia, il broker (o intermediario finanziario) è una persona o un gruppo di persone (società, agenzie d’affari) che organizza le transazioni tra un acquirente e un venditore, guadagnando una commissione quando viene concluso l’affare”.
Per fare trading online è necessario affidarsi a un intermediario, il quale offre e mette a disposizione una piattaforma di trading.
Oltre che ad essere impegnato nella raccolta degli ordini, il broker in qualità di intermediario autorizzato può fornire ai propri clienti anche dei servizi di formazione sui mercati.
La scelta del miglior intermediario è una scelta alquanto articolata e soggettiva e dipende dalle diverse necessità di ogni trader.

Una piattaforma che risulta essere la migliore per un trader, potrebbe non esserlo per gli altri operatori, tutto dipende dallo stile e dalla strategia di trading di ognuno.
Dare un giudizio oggettivo sulle caratteristiche dei vari broker di potrebbe dunque essere fuorviante, ma tuttavia potrebbe risultare opportuno tener presenti alcune caratteristiche per scegliere al meglio in base alle vostre esigenze:

  • Broker opzioni binarieSicurezza dei fondi: regolamentazione CySec, Consob, FCA
  • Deposito e prelievo: verifica le modalità di deposito e prelievo previste
    dal broker.
  • Deposito minimo: cifra minima che richiede ogni broker per l’apertura di un conto di trading.
  • Operazioni minima: cifra minima che richiede ogni broker per la negoziazione.
  • Promozioni: ogni broker propone promozioni diverse, scegli quella che più si addice alle tue esigenze.
  • Tipologie, numero di asset negoziabili: verifica che la piattaforma proponga gli asset che utilizzi abitualmente per fare trading e che siano disponibili le scadenze più congeniali alla tua strategia di trading.
  • Percentuali di guadagno: nel caso di un broker di opzioni binarie, verifica i payout. Solitamente variano dal 70 al 90%.
  • Servizio di assistenza: un broker attento alle esigenze del cliente è sinonimo di onestà.
  • Spread: nel caso vogliate fare trading con strategie di scalping forex, come la Peak’s strategy, il consiglio è quello di utilizzare conti con spread minimi, come il conto zero spread di XM 

Un broker, per fornire il servizio di intermediazione finanziaria, deve essere autorizzato dalla commissione di vigilanza sui mercati del Paese in cui lo stesso broker ha sede legale.

Ecco alcune delle Autorità che hanno il compito di tutelare gli investitori:

  1. Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa). E’ l’ente italiano che vigila sul settore bancario e finanziario.
  2. CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission).
    E’ l’authority di vigilanza di Cipro. Da quando Cipro è diventata membro dell’Unione Europea nel 2004, CySec è diventata parte della direttiva europea MiFID, dando quindi alle società registrate a Cipro l’accesso ai mercati di tutti i paesi europei.
  3. FCA (Financial Conduct Authority). Organismo di regolamentazione finanziaria nel Regno Unito.

Si occupano della supervisione di tutte le operazioni che avvengono nei mercati finanziari da parte di compagnie quotate in borsa, broker forex e opzioni binarie.
Quando un’autorità di vigilanza riscontra inadempienze, impone sanzioni amministrative e disciplinari alle piattaforme che non hanno rispettato i regolamenti.
Alcune piattaforme hanno visto ritirata la loro licenza dopo le denunce da parte di questi importanti organismi di vigilanza.