Le  bande di Bollinger prendono il nome dal loro ideatore, John Bollinger, e costituiscono un indicatore tra i più usati nell’analisi tecnica per opzioni binarie.

Nella loro configurazione standard sono formate utilizzando una media mobile a 20 periodi come linea centrale, tale media viene poi traslata verso l’alto (banda superiore) e verso il basso (banda inferiore) di una distanza spesso pari al doppio della deviazione standard. La deviazione standard è un concetto statistico che descrive la modalità di dispersione dei prezzi attorno a un valore medio, nel campo finanziario rappresenta il grado di oscillazione di un investimento cioè la volatilità di un mercato. Quando il mercato diventa più volatile e segue un trend allora le bande si allargano mentre si stringono durante periodi di bassa volatilità.

bande-di-bollinger

 

Come utilizzare le bande di Bollinger

Il più grande mito circa le bande di Bollinger è che si debba andare Put al raggiungimento o superamento della banda superiore e andare Call al raggiungimento o superamento della banda inferiore.
In realtà questo metodo può anche funzionare, ma non da solo, non sistematicamente!

Se il contatto del prezzo con le bande non fa parte di un pattern più esteso oppure non viene confermato dagli altri indicatori, potrebbe essere sì un segnale d’acquisto o di vendita, ma potrebbe anche non esserlo. Non esiste nulla che riguarda il contatto tra il prezzo e una delle due bande di Bollinger che di per sé costituisca un segnale valido di Call o di Put. Le bande di Bollinger devono essere utilizzate con altri indicatori, devono completare la vostra analisi e non devono essere utilizzate in maniera semplicistica illudendovi che da sole possano generare dei segnali di trading affidabili sempre e comunque.

Esistono strategie che al superamento delle bande di Bollinger prevedono un’operatività totalmente opposta, vanno Call al superamento della banda di Bollinger superiore e vanno Put al superamento della banda di Bollinger inferiore e questo è un’ulteriore prova del fatto che tale indicatore così come tutti gli altri devono funzionare da completamento a un sistema di trading più complesso che se strutturato in maniera intelligente sarà in grado di generare segnali di trading affidabili.

Disclaimer: Le analisi di trading condotte in questo sito e nei relativi video sono frutto di interpretazioni puramente personali, non devono essere intese come consigli operativi d’investimento personalizzato.
Le strategie proposte rappresentano degli studi statistici riguardanti l’andamento dei mercati finanziari e non costituiscono in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria personalizzata. I risultati e le analisi pubblicate sono rivolte a un pubblico generico e non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance operative future. Chiunque decidesse di seguire le analisi e le strategie pubblicate lo fa esclusivamente a proprio rischio e pericolo.