L’indicatore conosciuto come ADX (Average Directional Index) è stato inventato da J. Welles Wilder, con lo scopo di valutare la forza del trend, sia al rialzo che al ribasso. Questo indicatore, non viene utilizzato per indicare la direzione del trend, ma semplicemente per misurarne la sua forza.
L’ADX è derivato da due indicatori (non presenti in tutte le piattaforme): positive directional indicator (+DI) e negative directional indicator (-DI). +DI misura la forza del movimento al rialzo, invece -DI misura la forza del movimento al ribasso su un dato periodo, generalmente viene utilizzato un periodo di 14 candele, ma può essere modificato e adattato a diverse situazioni e diverse strategie per opzioni binarie. Un segnale d’acquisto si sviluppa quando la linea +DI incrocia al rialzo la linea -DI, viceversa un segnale di vendita si verifica quando la linea +DI incrocia al ribasso la linea -DI.

adx

Come utilizzare l’ADX

I valori di questo indicatore possono variare da 0 a 100, ma valori sopra 60 sono rari e indicano un ipertrend, un valore sotto 20 indica un trend debole, invece valori sopra 40 indicano un trend forte. Tuttavia questi parametri sono da valutare da mercato a mercato, e da adattare eventualmente con delle modifiche. Oltre ad utilizzare l’ADX in questo modo potrebbe essere più conveniente considerare un mercato in trend quando l’ADX si solleva e assume valori via via crescenti, in questo caso l’indicatore avrà una pendenza direttamente proporzionale alla forza del trend.

Quando invece l’ADX risulta decrescente o piatto il mercato attraversa una fase laterale o di ritracciamento. A tal proposito un altro aspetto che ritengo interessante è l’informazione che questo indicatore può fornirci circa l’indebolimento di un trend che se associato ad un oscillatore può dar vita ad un vero e proprio trading system. Mi riferisco al momento in cui dopo esser cresciuto, facendo registrare valori crescenti, l’ADX comincia a decrescere segnalando un indebolimento del trend.

Disclaimer: Le analisi di trading condotte in questo sito e nei relativi video sono frutto di interpretazioni puramente personali, non devono essere intese come consigli operativi d’investimento personalizzato.
Le strategie proposte rappresentano degli studi statistici riguardanti l’andamento dei mercati finanziari e non costituiscono in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria personalizzata. I risultati e le analisi pubblicate sono rivolte a un pubblico generico e non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance operative future. Chiunque decidesse di seguire le analisi e le strategie pubblicate lo fa esclusivamente a proprio rischio e pericolo.