L’analisi tecnica nelle sue origini ormai remote, risale al 1884, quando Charles Henry Dow (uno dei fondatori dell’indice Dow Jones) pubblicò sul Wall Street Journal degli articoli che parlavano dell’evoluzione della borsa.

Per guadagnare con il trading online è necessario che il trader studi l’analisi tecnica.
In economia per analisi tecnica si intende lo studio dell’andamento dei prezzi dei mercati finanziari nel tempo.
Lo scopo è quello di prevederne le tendenze future, mediante principalmente metodi grafici e statistici.
L’analisi tecnica si prefigge di analizzare e comprendere, attraverso l’analisi dei vari asset e dei loro grafici l’andamento dei prezzi, i quali a loro volta rispecchiano le decisioni degli investitori.
Si basa sull’ipotesi che, poiché il comportamento degli investitori si ripete nel tempo, al verificarsi di certe condizioni grafiche e tecniche, anche i prezzi si muoveranno di conseguenza.
La maggior parte dei traders per le loro analisi, si avvale degli indicatori che vengono applicati ai grafici grazie alle moderne piattaforme di trading, come la Netstation di Netdania o la Metatrader , messa a disposizione da moltissimi broker per i loro clienti.

E’ possibile scegliere tra numerosissimi indicatori già “preconfezionati”, pronti da inserire sul grafico e sui quali si possono costruire tantissime strategie di trading.
Ecco alcuni dei più utilizzati indicatori di analisi tecnica nel trading, analizzati per voi da Investimenti binari:

Ci sono dei traders che invece di utilizzare gli indicatori si preoccupano principalmente dello studio dei livelli di prezzo che in passato hanno influenzato le decisioni degli investitori, o di tracciare le trendline che invece sono dei livelli dinamici che seguono i trend.
Investimenti binari ha sintetizzato per voi i concetti fondamentali anche per questo tipo di approccio:

Individuare supporti e resistenze con l’utilizzo dei soli indicatori: Peak’s strategy.

I livelli di supporto e resistenza più importanti, probabilmente provocheranno in futuro delle reazioni del mercato così come lo hanno fatto in passato.
Molto spesso però avrete sentito parlare di aree di resistenza e non solo di livelli, ciò vuol dire che il punto esatto nel quale ci potrebbe essere una svolta del mercato non necessariamente sarà identico a quello che ha provocato una reazione nel passato, ma magari ci andrà molto vicino.
Il trading è una disciplina nella quale bisogna essere chirurgici e una differenza anche minima potrebbe significare una perdita invece di un profitto.
Soprattutto se parliamo di opzioni binarie o di scalping forex, la precisione nell’ingresso a mercato è importantissima.
La Peak’s strategy, strategia di riferimento di Investimenti binari, utilizzabile sia col forex che con le opzioni, individua in un timeframe di dettaglio, dopo un’analisi in un timeframe più ampio e generale, quelli che molto probabilmente saranno i punti esatti nei quali ci saranno delle reazioni del mercato.
Tale strategia accuratamente descritta in un PDF, mette insieme una serie di indicatori con lo scopo di creare un vero e proprio trading system, cercando di rendere non discrezionali delle fasi di trading che di volta in volta sono diverse le une dalle altre.
Se vuoi ricevere la Peak’s strategy, iscriviti qui scegliendo il conto XM zero e invia un’email su info@investimentibinari.it, comunicando la tua email e chiedendo info su come far parte della nostra community.

Analisi a lungo termine: meglio l’analisi tecnica o fondamentale?

L’analisi tecnica può essere utilizzata sia per il trading di breve termine che per posizioni a lungo termine.
Per queste ultime, viene utilizzata insieme all’analisi fondamentale per operare sui mercati e prendere le conseguenti decisioni di trading.
A differenza degli analisti fondamentali che studiano solo le cause dei movimenti del mercato, gli analisti tecnici studiano gli effetti.
Per definizione l’approccio tecnico include anche quello fondamentale.
Se i dati fondamentali sono riflessi nei prezzi di mercato, il loro studio diventa inutile e l’interpretazione dei grafici può trasformarsi in una forma veloce di analisi fondamentale.
L’analisi fondamentale non include lo studio dei movimenti dei prezzi.
Di conseguenza risulta possibile gestire i mercati finanziari anche solo con l’analisi tecnica.
Viceversa, diventa molto difficoltoso farlo nella completa assenza di cognizioni tecniche sull’andamento del mercato.